Formazione esperienziale: cosa è e quali sono i vantaggi per le imprese

Molte imprese non lo sanno. Eppure non è un segreto: i Fondi Interprofessionali, e quindi i fondi grazie ai quali può prendere forma la Formazione finanziata, possono finanziare anche i corsi di formazione esperienziale. È del tutto lecito, quindi, parlare di formazione esperienziale finanziata, per avere il massimo della resa formativa di fronte al minimo dei costi per l’impresa.

Ma cosa è la formazione esperienziale, e quali sono i vantaggi per le imprese che decidono di approfittare di questo peculiari corsi, i quali si svolgono all’infuori del solito contesto?

Cos’è la formazione esperienziale

Che cosa è la formazione esperienziale? Parliamo di una metodologia, di una tecnica di insegnamento che prende forma attraverso lo svolgimento di azioni e compiti in contesti inediti e con ruoli precisi. Più nello specifico, la formazione esperienziale mette al centro ogni singolo partecipante, il quale diventa infatti protagonista attivo di questo peculiare momento formativo. Ed è proprio questo che rende la formazione esperienziale così efficace, grazie all’abbandono della passività tipica dei corsi classici. Partecipare a un evento di formazione esperienziale significa mettere in campo una gamma molto ampia di competenze, da quelle sensoriali a quelle cognitive, senza dimenticare le competenze emotive.

Per capire cos’è davvero la formazione esperienziale, in ogni modo, non c’è modo più semplice del fare alcuni esempi.Questa metodologia di formazione può essere svolta indoor, dove può prendere la forma del gaming, delle tavole rotonde, delle cooking class e dell’improvvisazione teatrale. Oppure si può parlare della formazione outdoor, la quale può tradursi in giochi di squadra come il basket o il rugby, oppure in uscite in barca a vela o ancora, in percorsi di addestramento militare. La formazione esperienziale, come si può capire, può prendere diverse forme; in ogni caso, lo scopo è quello di sviluppare in modo rapido ed efficace le potenzialità dei partecipanti attraverso delle attività proattive. In questi contesti il formatore diventa in realtà un facilitatore, mentre il partecipante diventa pienamente responsabile del proprio processo di sviluppo.

La formazione esperienziale secondo il modello Kolb

Per quale motivo la formazione esperienziale è così efficace? La risposta è più semplice di quanto si potrebbe pensare: il nostro cervello è molto più rapido nell’acquisire nuove nozioni nel momento in cui è chiamato a metterle in pratica. Questo significa che il coinvolgimento a livello fisico, cognitivo ed emotivo facilita e velocizza le nostre capacità di apprendimento. A spiegarlo in modo ancora più specifico è stato l’educatore statunitense David A.Kolb, con il suo famoso modello “Learning cycle”. Secondo Kolb, l’apprendimento esperienziale segue 4 step, ovvero:

Esperienza concreta

Osservazione riflessiva

Concettualizzazione astratta

Sperimentazione attiva

L’esperienza concreta ha ovviamente luogo con l’attività vera e propria, come per esempio il gioco. Il secondo step si verifica al momento della discussione e del brainstorming che seguono l’attività, mentre la concettualizzazione astratta si ha nel momento in cui le nuove informazioni vengono contestualizzate all’interno del proprio mondo. Infine, con la sperimentazione attiva, si ha la messa in pratica delle nuove nozioni.

I vantaggi dell’apprendimento esperienziale per le imprese

L’emozione vissuta dai partecipanti durante l’attività formativa esperienziale cementa tutte le informazioni apprese, e velocizza in modo concreto l’apprendimento. Questo è il primo e principale vantaggio per tutte quelle imprese che decidono di variare i corsi di formazione proposti ai propri dipendenti, approfittando della possibilità offerta dalla Formazione finanziata. Ma non è tutto qui: ci sono anche tanti altri benefici che queste attività possono garantire. Le attività indoor come quelle outdoor possono infatti aiutare il rafforzamento dello spirito di gruppo, migliorando allo stesso tempo sia le modalità di comunicazione sia la collaborazione tra i colleghi. Non a caso, molto spesso, la formazione esperienziale viene associata alle attività di team building: potremmo dire, semplificando, che gli obiettivi delle attività di team building sono nella maggior parte dei casi compresi in quelli degli eventi di formazione esperienziale. Non va poi trascurato il vantaggio, tipico di questi percorsi formativi, di poter contare su un feedback immediato da parte dei colleghi che fanno parte del medesimo team, nonché ovviamente del formatore. I lunghi tempi tipici dei canonici corsi di formazione vengono compressi, sotto diversi aspetti: chi partecipa a queste attività ha la possibilità di applicare immediatamente tutte le nuove competenze apprese, il che porta al notevole vantaggio di poter avere un riscontro in tempo reale della propria crescita.

David A.Kolb spiega che l’apprendimento esperienziale è un “processo attraverso il quale la conoscenza viene creata per mezzo delle trasformazione dell’esperienza”, un processo in cui ogni singolo partecipante agisce in modo attivo, con la possibilità di osservare il risultato di ogni proprio gesto, di ogni singola decisione presa, così da poter poi applicare questa conoscenza alle altre situazioni simili o parallele che affronterà in futuro.

La formazione esperienziale è uno strumento prezioso per imprese di qualsiasi settore e di qualunque dimensione: per questo motivo Executive Solutions progetta, organizza ed eroga corsi esperienziali per imprese, sia in contesti indoor che outdoor, in base alle esigenze delle singole realtà.